Africa Travel Valigia

Sud Africa – Come mi vesto?

Direzione Sud Africa. Un viaggio per l’anima.
Un paese immenso, una natura ricchissima, tanti paesaggi diversi. Chi si prepara per un viaggio in South Africa avrà molte indecisioni su come fare la valigia.
Ok, facciamo un punto della situazione. E’ difficile pensare che andando in Africa ci troveremo ad osservare una colonia di pinguini ma anche un gruppo di ippopotami, squali, balene, elefanti oppure leoni e leonesse in caccia di antilopi. Si, può sembrare una contraddizione ma se vi state preparando per vivere queste emozionanti avventure fare la valigia non sarà così semplice.
Dunque, in agosto in Sud Africa sarà inverno. Ma non date niente per scontato. Il loro inverno equivale alla nostra primavera e secondo me non c’è periodo migliore per visitarla, in quanto d’estate sarebbe troppo caldo! Percui non fatevi scoraggiare, avete fatto la scelta giusta!
Se partite da Capetown – The Mother City,  il clima che troverete corrisponderà a quello che da noi succede a Marzo. Quindi mediamente coperti, comodi ma comunque primaverili. Ovviamente dipenderà dalla fortuna che avrete con il fenomeno del vento intorno alla Table Mountain che a seconda dei giorni farà soffiare più o meno forte un vento da farvi alzare i capelli!
CapeTown è una città bellissima, vive in se una coesistenza di mondi, quello dello sviluppo alla “occidentale”  e quello della cultura e le usanze Africane. Ricorderete che gli ultimi mondiali di calcio sono stati celebrati qui e anche questo evento mondiale ha contribuito allo sviluppo di strutture e servizi di grande qualità.
C’è un energia speciale in questa piccola metropoli. Si respira un mix  di culture (non del tutto diluito purtroppo): quella africana e quella nordica, che per anni ha generato il dramma dell’ apartheid. Questo significa che vi sorprenderete dal fortissimo sviluppo dei tanti centri commerciali del WaterFront e dei negozi e locali in pieno stile nord-europeo, che da vita ad un meltinpot sorprendente che da spazio a tantissimi giovani designer e locali alla moda, figli di una globalizzazione che purtroppo è costata davvero molto al popolo sudafricano.
La tentazione dello shopping non vi si staccherà mai di dosso. Per questa prima tappa vi servirà una tenuta da “esploratore cosmopolita” ovvero il vecchio e tanto caro jeans che è più che appropriato. Un vestito per la sera per affrontare al meglio ristoranti romantici e locali alla moda. Borsa capiente per tutto lo shopping che farete e delle scarpe comode per non lasciare inesplorato neanche un angolo della città. Sono famosi anche i mercatini dell’usato dove troverete delle vere e proprie chicche.
L’idea è quella di trovarsi nell’east London di oggi, dove sono spuntanti negozietti deliziosi e prodotti hand-made ma anche negozi di artigianato locale. Quindi, pensando a cosa poter indossare, suggerirei un outfit easy e comodo. I loro tessuti sono magnifici, hanno i colori delle loro terre e le forme della loro cultura, ve ne innamorerete. Fate quindi conto di trovarvi in una città europea, dove il buonsenso vi suggerirà di non essere troppo appariscenti ne provocanti.Vi lascio un posticino molto carino per mangiare, il Royale Eatery, “A better burger you won’t find anywhere“. Un altro piccolo indirizzo segreto per dormire: Daddy Long Legs.
Se siete arrivati fin li sicuramente non vi farete scappare l’occasione per vedere la punta (quasi) più a sud dell’Africa: Cape of Good Hope.
Rimarrete senza fiato alla vista dell’incontro dei due oceani. La natura qui si mostra nella sua totale maestosità e imponenza.
Armatevi di un bel paio di scarpe da ginnastica, pantaloni comodi e un cappello da baseball per combattere la forza del vento, perché una volta arrivati a Capo di Buona Speranza, per godervela a pieno, dovrete fare un piccolo percorso arrampicandovi su di un sentiero piuttosto impegnativo. Ed è vietato rimanere giù. Sarebbe come averlo visto a metà!
Se il vostro viaggio continua verso nord e viaggiate in macchina, preparatevi alla difficoltà di abituarvi alla guida a sinistra. Si, sono anglofoni in questo senso e i primi momenti di guida vi metteranno alla prova!
Prendendo la Route 66 raggiungerete le WineLands, la zona dei vigneti, e vi sembrerà di aver cambiato continente senza aver preso nessun volo!
Tutti i paesini che troverete lungo la strada sono piccoli e curatissimi in pieno stile coloniale, qui il vostro outfit potrà trasformarsi in qualcosa di più romantico. Potrete indossare un abito lungo con sandali bassi, magari abbinato ad un giubbottino di jeans. I colori sono rigorosamente pastello in tono con bakery e caffè che vi offriranno colazioni indimenticabili. Ricordatevi che i pancakes Sud Africani sono molto famosi!
Più salirete a nord e più il clima si scalderà. Potrete iniziare piano piano ad alleggerire il vostro abbigliamento per arrivare a indossare pantaloncini e t-shirt a maniche corte. Possiamo Iniziare a pensare al look da safari!
Salendo a nord tutta la costa sarà sempre una sorpresa. La Garden Route vi metterà allegria e vi accompagnerà fino ai più famosi parchi nazionali dove potrete iniziare la vostra avventura:Il Safari! Qui dobbiamo iniziare ad essere pratiche e a dimenticarci tutto quello che è corto, colorato o troppo elaborato. I safari nei parchi sono un esperienza unica ma ci sono dei rituali da seguire attentamente. Innanzi tutto si dividono in tre fasce della giornata. Mattutino, (partenza alle 6.00) mezza giornata (partenza intorno alle 11) e quello notturno (che parte intorno alle 18 appena il sole tramonta). Qualunque fascia oraria sceglierete copritevi bene! I mezzi con cui andrete a caccia dei Big5 sono aperti da tutti i lati proprio per facilitare la visuale e il venticello non vi sarà molto amico.
Consiglio di non stare troppo attente all’apparenza, portatevi una felpa ben calda, un paio di occhiali da sole, e se volete mantenere lo stile un bel foulard per raccogliere i capelli che vi servirà a non tornare al camp cotonate! Per le escursioni diurne, che siano in jeep a piedi o in montain-bike, il vecchio metodo del vestirvi a cipolla vi salverà la vita!
Indipendentemente se sarete in lussuosissimi camp privati o nei più spartani camp statali evitate colori accesi o appariscenti, lo consigliano i manuali e anche le guide. Cercate di confondervi nella vegetazione, sembrerà strano ma in quel panorama sarà molto difficile avvistare gli animali, perfino gli elefanti saranno difficili da individuare anche da pochi metri di distanza…provare per credere. E’ tempo quindi di rispolverare la vostra sahariana, pantaloni e shorts di tutte le tonalità comprese tra il verde militare al khaki.
Due accessori da non dimenticare e sul quale non risparmiare: Un buon binocolo e un buon obiettivo per la vostra macchina fotografica…in posti così sarà un investimento del quale non vi pentirete.
Ci sono molte altre città e luoghi del Sud Africa da raccontare: Soweto, Johannesburg, Port Elisabeth. La coperta di stelle, il whale watching, gli allevamenti di struzzi, il surf. Lo faremo nei prossimi post! Spero di esservi stata d’aiuto.
It’s time for Africa, Buon viaggio!
“Let your dreams set you free” N. Mandela

You Might Also Like

2 Comments

  • Reply
    Anonimo
    02/05/2011 at 12:46 PM

    Grazie per il post!MI ha aiutato sicuramente a considerare alcune cose che mi erano sfuggite!Thank u!!!

  • Reply
    Estefanía
    06/06/2011 at 8:37 PM

    beautiful place Sud África! 🙂
    and great looks !

    xx from Spain

    Estef
    http://borntobeblonde.blogspot.com/

  • Leave a Reply